Convegno: “Un nuovo progetto ecologico per la città e per il territorio”

martedì 2 marzo ore 14.30-18.00

Facoltà di Architettura di Matera
Convegno: “Un nuovo progetto ecologico per la città e per il territorio”
Palazzo dell’Annunziata, sala conferenze

VI RUN Matera e Ciclo di Incontri Dottorato Internazionale in Architecture
and Urban Phenomenology - XXV ciclo

La questione ambientale lancia una nuova sfida all’urbanistica, portando i termini della sostenibilità in quelli della responsabilità per cercare un confronto tra progetti e politiche in tempo di crisi.
Le politiche settoriali non riescono ancora a rielaborare una progettualità della risorsa come tensione critica tra differenti logiche di intervento, relegandola spesso ad un ruolo oppositivo tra paesaggio e ambiente, territorio e città.
Il progetto ecologicamente orientato sensibilizzato alla produzione ordinaria del territorio a cui ci ha educato in questi ultimi tempi la cultura paesaggistica può aprire un dialogo costruttivo con tutti coloro che hanno la responsabilità del fare, ponendosi in un confronto critico con la storia, con le tecniche, con gli strumenti che la disciplina mette a disposizione.
L’incontro tende a costruire un momento di riflessione e di confronto sul tema di un nuovo progetto ambientale come sfida alla crisi globale a partire dai modi in cui lo promuove la città.

Introduce e coordina
Mariavaleria Mininni, Facoltà di Architettura di Matera (Presentazione Powerpoint)

Relatori
Angela Barbanente, Assessore all’Assetto del Territorio, Regione Puglia; Politecnico di Bari
Alberto Clementi, Preside della Facoltà di Architettura di Pescara
Carlo Gasparrini, Università Federico II, Napoli
Nicola Giuliano Leone, Preside della Facoltà di Architettura di Palermo
Giovanni Maciocco, Preside della Facoltà di Architettura di Alghero
Nicola Martinelli, Università degli Studi di Bari (Presentazione Powerpoint)

Armando Sichenze, Università della Basilicata

Segreteria tecnica
Marco Bruno, Marianna Calia ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ), Domenico Dimichino, Maria Italia
Insetti ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ), Francesco Marocco ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ).