Sessione B3 – “Sviluppo operativo dei piani”

venerdì 5 marzo 14.30-18.00

Sessione B3 – “Sviluppo operativo dei piani”
Auditorium Comunale Gervasio

La sessione vuole costituire un momento di confronto sulle esperienze di progettazione urbana in Italia, tenendo conto delle più ampie esperienze europee. Dagli anni a cavallo del secolo si è manifestata una nuova stagione nella realizzazione di progetti urbani, ed attraverso la dimensione operativa dei piani urbanistici si va affermando una nuova vitalità nella ricerca di qualità e di sostenibilità urbana. La carta di Lipsia per le città sostenibili (2007) rappresenta la presa d’atto di queste tendenze e indica alcune linee di azione, lo “sviluppo urbano integrato” e il “sostegno ai quartieri degradati”.
Da pratiche e riflessioni emergono alcune questioni rilevanti.
1 - Nuovi approcci integrati e multi dimensionali. La sostenibilità ambientale guida l’approccio multidimensionale alla qualità urbana. Occorre tener conto e integrare fra loro anche le altre dimensioni (sociale, economica, estetica) di cui la qualità urbana si compone.
2 - L’esperienza dimostra che per ottenere qualità e sostenibilità è indispensabile una regia pubblica degli interventi competente ed autorevole, che può assumere modalità e usare strumenti diversi a seconda delle fasi di ideazione e progettazione, di esecuzione e di gestione degli interventi, ma che deve essere riconoscibile e costante nel tempo.
3 - Lo spazio pubblico è il cuore della qualità urbana. La Carta di Lipsia mette la qualità degli spazi pubblici al primo posto tra le azioni di sviluppo urbano integrato. In molte esperienze di quartieri sostenibili proprio negli spazi pubblici si affermano nuove forme di integrazione tra natura, cultura e tecnologia che possono condurci verso nuove forme di coesione sociale.
4 - La necessità di recuperare risorse economiche per finanziare la qualità urbana ha riportato alla ribalta il tema dei meccanismi di appropriazione e di uso delle rendite immobiliari urbane, particolarmente rilevanti nell’ultimo ciclo edilizio. In molti casi ciò è avvenuto attraverso percorsi di acquisizione pubblica degli immobili da trasformare, che hanno poi formato la base negoziale a sostegno di requisiti di qualità richiesti dalle pubbliche amministrazioni.

Programma

14.30
Presiede e introduce
Franco Rossi, Presidente INU Calabria

14.45
Relazione introduttiva Mimmo Cecchini, Presidente INU Lazio
Interventi dai casi in Mostra

Cesena – Progetti di riqualificazione delle aree attorno alla ferrovia
Edoardo Preger (Presentazione Powerpoint)

Matera – L’esperienza di Matera: mezzo secolo di Pianificazione Urbanistica
Gianluigi Nigro

Napoli – Progetto urbano area orientale
Carlo Gasparrini (Presentazione Powerpoint)

Parma – Riqualificazione area ex Salamini Living Emotion District LED
Paola Cannavò (Presentazione Powerpoint)

Rossano – Progetti di riqualificazione quartiere Matassa
Pino Graziani

Senigallia – L’ex cementificio e il porto
Roberto Serenella

Regione Veneto – Nuovi strumenti e accordi PP nell'attuazione dei piani e nella costrzione dei progetti
Francesco Tomaello

17.10
Dibattito

Intervento del discussant
Curzio Maltese, la Repubblica

17.45
Conclusioni
Franco Rossi

18.00
Termine della Sessione